You are currently viewing I sistemi di gestione certificati aumentano la competitività

I sistemi di gestione certificati aumentano la competitività

  • Categoria dell'articolo:Qualità

Le imprese che commercializzano i propri prodotti all’estero possono essere più produttive di quasi il 50% se sono dotate di un sistema di gestione certificato rispetto a quelle non certificate. Inoltre, dimostrano una propensione all’export mediamente maggiore del 23%. E’ quanto emerge dai risultati della ricerca condotta da Istat in collaborazione con Accredia, secondo cui con la certificazione, le aziende migliorano le performance e accedono a un numero maggiore di mercati.

Come evidenziato dagli analisti, la globalizzazione del commercio e l’affermarsi di sistemi produttivi organizzati implicano un elevato grado di coordinamento e di cooperazione anche tra imprese indipendenti e spingono all’adozione di standard tecnici e organizzativi condivisi a livello internazionale.

La base dati fornita da Accredia, per il triennio 2017 – 2019, è stata integrata con i dati prodotti annualmente dall’Istat e aggiornati al 2019. Gli ambiti di riferimento dei sistemi di gestione considerati riguardano, in particolare, la qualità dei processi, l’impatto ambientale, la salute e la sicurezza dei lavoratori, la sicurezza delle informazioni.

L’efficacia degli standard e la loro capacità di trasmettere fiducia ai mercati è garantita dalle valutazioni di conformità rilasciate dagli organismi di certificazione, grazie alla loro imparzialità, indipendenza e competenza. Ricordiamo, inoltre, che le attestazioni di conformità rilasciate da Soggetti accreditati da Organismi di Accreditamento che partecipano agli Accordi MLA sono valide e credibili, in quanto sottoposte al controllo di un competente Ente di Accreditamento, e come tali accettate e riconosciute, in quanto emesse in un contesto di regole e procedure uniformate.

Sono 19.677 le imprese esportatrici in possesso di un sistema di gestione certificato, per un valore delle esportazioni di merci pari a 238.9 miliardi di euro e circa 2 milioni di addetti. Nel 2019 la quota di imprese certificate sul totale delle imprese esportatrici raggiunge il 16% (nel 2018 era 15.1%). La quota di esportazioni riconducibile alle imprese certificate è pari al 54,1%, in aumento rispetto agli anni precedenti (53,5 % nel 2018)

Nella manifattura le imprese esportatrici certificate sono più produttive delle non certificate, con divari significativi solo per le imprese più piccole. Le micro imprese (fino a 9 addetti), in possesso di certificazione di un sistema di gestione, registrano una produttività pari a 67.200 euro, superiore a quella delle imprese non certificate afferenti alla stessa classe dimensionale, con un differenziale positivo di produttività pari a 22 mila euro.

 

 

 

Fonte Italia Oggi